Star Wars: tutta la magia del cinema

Star Wars è una serie cinematografica tra le più amate dell’intera storia del cinema: forse per la sua trama avvincente, forse per il calibro degli attori coinvolti, forse per il fascino dell’universo che viene descritto nel corso della narrazione, quest’opera non smette di affascinare chiunque le si avvicini da ormai quasi cinquant’anni.

Non bisogna dimenticare, infatti, che il primo film di questa saga è approdato in tutti in cinema nel lontano 1977: al tempo era difficile immaginare che il film avrebbe incontrato un successo planetario talmente intenso da consentire una storia così lunga ed affascinante.

Grazie al ritorno sul grande schermo di un nuovo episodio di Star Wars nel dicembre del 2015, Il Risveglio della Forza, l’attenzione si è nuovamente accesa su questa galassia lontana: per l’occasione, Sky Cinema Hits diventa Sky Cinema Star Wars e ripercorre tutti i capitoli di questo suggestivo affresco fantascientifico.

Star Wars: una storia lunga cinquant’anni

Sostanzialmente la durevole storia di Star Wars si divide in tre periodi principali, tre ″macroblocchi″ narrativi che possono sussistere in perfetta autonomia come comporre, se opportunamente affiancati, un quadro completo.

La prima trilogia è stata prodotta tra il 1977 e il 1983: è con essa che lo spettatore viene portato per la prima volta in un affascinante universo popolato da creature bizzarre e, molto spesso, dotate di straordinari poteri. Purtroppo da molto tempo la galassia è in guerra: il regime vigente, il terribile e feroce Impero, viene duramente osteggiato dalla valorosa resistenza, che cerca in tutti i modi di ostacolare la bramosa politica espansionistica del dittatore Palpatine e del suo enigmatico luogotenente Darth Veder.

Quando Leila Organa, una dei capi della ribellione, cade nelle mani dei suoi nemici, il giovane Luke Skywalker viene fortunosamente coinvolto in questa vicenda che, come sarà dato scoprire nel corso della trilogia, lo riguarda molto più da vicino di quello che inizialmente sarebbe dato pensare.star-wars-battlefront-key-art

Con l’aiuto del saggio Obi-Wan Kenobi e del carismatico Yoda il ragazzo scoprirà di essere un cavaliere Jedi in potenza, ovvero un prode guerriero in grado di piegare la realtà a suo piacimento utilizzando la sua incredibile forza interiore. Sarà grazie a lui che il regno di terrore di Palpatine subirà una sostanziale battuta d’arresto. Lo aiuteranno due personaggi la cui tempra morale supera sicuramente la loro pessima nomea: si tratta di Han Solo e del bestiale Chewbecca, due contrabbandieri che dopo un’esistenza condotta all’insegna di individualismo ed egoismo si trovano a scegliere la via del bene comune, arrivando a rischiare la vita.

La trilogia successiva, in tutti i cinema tra il 1999 ed il 2005, ci porta indietro nel tempo e ci racconta come abbia fatto l’Impero ad impadronirsi delle sorti della galassia: protagonista assoluto della trilogia è Anakin Skywalker, padre di Luke e personaggio chiave delle macchinazioni delle forze del male. Allievo di Obi-Wan Kenobi e cavaliere Jedi di grande potenza, sarà proprio lui a causare la rovina della Repubblica Galattica.

La trilogia attuale è ancora incompleta: al momento attuale è stato scritto solo il primo capitolo. Essa si ripropone, però, di raccontare quanto accaduto dopo il trionfo di Luke, Han e Leila: anni dopo rispetto alla loro vittoria, la galassia non è ancora pacificata e la guerra tra le forze del male e la resistenza continua ad infiammare l’universo di Star Wars senza sosta.

Grandi attori per grandi film

Molti gli artisti che hanno accettato di prendere parte alla saga cinematografica di Star Wars o che grazie ad essa sono riusciti a diventare famosi. Sicuramente la serie non sarebbe stata la stessa senza l’ironia ed il fascino di Harrison Ford, l’attore che ha interpretato il coraggioso Han Solo: forse non tutti sanno che prima di diventare una star grazie a questa parte, l’attore faceva il falegname per le case delle stelle di Hollywood. Fu proprio così che George Lucas, ideatore e regista di Star Wars, lo scoprì e lo ingaggiò.

Altro grande protagonista della saga è stato sicuramente Alec Guinnes, superbo attore britannico che accettò di interpretare Obi-Wan Kenobi unicamente per denaro, dato che riteneva che tale produzione fosse soltanto una ″favola trash″.

Ebbe, però, la lungimiranza di richiedere come compenso il 2% sugli incassi al botteghino, mettendosi in tasca qualcosa come 95 milioni di dollari. Anche se il suo volto non compare mai sullo schermo, la caratteristica e profonda voce di Darth Veder appartiene ad un attore di grande spessore: si tratta di James Earl Jones, interprete statunitense che può vantare nella sua filmografia veri e propri capolavori.

Basti pensare che il suo film d’esordio è stato ″Il dottor Stranamore – Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba″. Anche la cosiddetta ″Trilogia prequel″ si contraddistingue per l’ottimo livello del suo cast: non bisogna dimenticare che in essa sono intervenuti attori del calibro di Liam Neeson, indimenticabile nel ruolo di Oscar Schindler in ″Schindler’s List″, lo scozzese Ewan McGregor, protagonista di ″Trainspotting″ e di ″Big Fish″ e la bellissima Natalie Portman, premio Oscar per la sua intensa ed inquietante interpretazione della ballerina classica Nina Sayers in ″Il cigno nero″.

You may also like...