Le celle frigorifere per frutta e verdura:parola chiave conservazione

La temperatura delle celle frigorifere deve essere regolata in base al tipo di prodotti alimentari che si deve inserire. Non è un aspetto da trascurare, è fondamentale, in quanto ne dipende l’integrità dei sapori e della struttura del cibo.

Affinché i prodotti si mantengano freschi anche l’umidità, la velocità e la portata dell’aria devono essere controllate.

La temperatura dell’ambiente interno può essere omogenea oppure può cambiare a seconda dei diversi piccoli ambienti che si sceglie di creare nella cella frigorifera.

E’ importante anche l’idoneità di porte e pareti e la presenza di un materiale che le protegga, come ad esempio il Policloroetene Polivinilcloruro Vinile (PVC).

Le celle frigorifere per frutta e verdura

Il microclima ideale per l’ambiente interno di una cella frigorifera che contiene frutta e verdura è caratterizzato da una temperatura compresa tra -1 a 4 gradi.

Essendo destinate a contenere un tipo di alimenti in un certo senso ‘delicati’, l’igiene deve essere messa al primo posto; per questo, le celle frigorifere per frutta e verdura sono strutturate per permettere una pulizia, un’areazione e una manutenzione facile e veloce.

Solitamente se si acquista una cella frigorifera per un solo tipo di alimenti è perché si possiede un’attività commerciale e quindi c’è la necessità di conservare una grossa quantità di cibo. Per questo motivo la chiusura della porta molto spesso è a chiave.

Informazioni tecniche

Esistono diversi impianti frigoriferi per il mantenimento del cibo e si realizzano con il funzionamento Freon, a Glicole o ad Ammoniaca.

Gli impianti a funzionamento freon hanno bisogno di un fluido di refrigerazione per il raffreddamento della cella frigorifera; avviene una compressione del refrigerante, all’inizio allo stato gassoso, che grazie alla serpentina nella parte posteriore della cella frigorifera passa allo stato liquido. Il funzionamento a Glicole ed ad Ammoniaca sfrutta la capacità dei composti di rimuovere del vapore.

Le celle frigorifere per frutta e verdura che hanno il controllo ad inverter sono le più efficienti, poiché utilizzando poca energia controllando l’evaporazione costantemente con i massimi risultati. Utilizzano poca energia in quanto regolano la potenza in base alle necessità, quindi in base alla quantità di prodotti che ci sono all’interno.

Dettagli frequenti di una cella frigorifera per frutta e verdura

La lamiera dell’elettrodomestico è spesso in acciaio inossidabile con un rivestimento in vetroresina, mentre il pavimento è in lamiere zincoplastificate.

Si possono trovare anche celle frigorifere senza pavimento. Sui pannelli in lamiera si applicano delle protezioni costituite da diverse materiali, tra cui il sopracitato policloroetene polivinilcloruro vinile, le quali servono per prolungare la durata della qualità del prodotto.

Sulle porte, che si possono aprire manualmente o automaticamente, viene applicata una resistenza anticondensa. Gli abbattitori di temperatura, che riescono ad abbassare la temperatura molto velocemente, possono essere o ad acqua o ad aria.

Funzioni supplementari e accessori

Le celle frigorifere per frutta e verdura funzionano grazie alla presenza contemporanea di un impianto di refrigerazione e di un impianto elettrico, ossia grazie allo sfruttamento simultaneo della corrente elettrica e dell’evaporazione.

Oltre a questo, si può optare per delle funzioni e degli accessori facoltative, come l’umidificazione supplementare che è molto utile se si vuole raggiungere il grado di umidificazione interna assolutamente perfetta. Tra gli accessori più importanti di una cella frigorifera si trovano i pannelli isolanti, costituiti da metallo autoportante, molto facili da montare.

Sono fatti apposta per isolare dal punto di vista termico degli ambienti in cui la temperatura sia controllata e debba rimanere costante. Poi ci sono le porte frigorifere, che possono essere molto diverse, o automatiche e scorrevoli per un microclima interno più controllato, o costituite da una doppia anta, con o senza la presenza di un oblò.

 

Fonte articolo http://www.isocostruzioni.it

You may also like...